Il 1918 in tavola

NoFerPlei è orgogliosa di presentare questa nuova iniziativa da cercare di ripresentare ogni 2-3 mesi: un fine settimana dedicato a un particolare periodo storico con relativi wargame da giocare.

Non solo presentazione, ma soprattutto gioco in full immersion!

Per questa prima prova ecco alcuni dati:
Periodo: 1918
Quando: sabato 24 marzo (dalle ore 14:30 alle 00:30, con pizza annessa), domenica 25 marzo (dalle ore 9:30 alle ore 19:30)
Dove: sede Associazione Ludica NoFerPlei
Iscrizione: date un segnale, anche piccolo, della vostra partecipazione
Mangiare: per non togliere spazio al gioco, sabato sera pizzata in sede (quota fissa 10 € a testa); domenica pranzo libero o organizzato (su richiesta in vicino ristorante)
Come: o con un giocatore che vi faccia vedere il sistema, o studiando le regole e giocando per la prima volta assieme, nel nome dell’ampliamento del proprio repertorio wargamistico (che non si può leggere come italianismo, ma fa molto figo ^_^)

Veniamo al vero menu della giornata, ovvero i titoli messi a disposizione e che potremo trovare sui tavoli; nella descrizione, cliccando sui nomi di giochi andrete direttamente alla relativa pagina di BoardGameGeek.

 

 

 

 

 

 

Partiamo con due titoli per antipasto della serie Standard Combat Series dedicati a due differenti battaglie del 1918: Operation Michael e Rock of the Marne! Sia scenari da giocare in giornata sia campagne che occupino più sere.

Daremo uno sguardo ad alcuni multiplayer semplici, come The Great War 1914-1918 di Al Nofi, dove attraverso una serie di istanze di gioco, tra cui anche il 1918, si può rivivere la Prima Guerra Mondiale in Europa.

 

 

 

 

Altro multiplayer degno di interesse e decisamente semplice, giocabile interamente in giornata, è The Lamps Are Going Out, dove fino a 4 giocatori potranno ripercorrere tutta la Prima Guerra Mondiale in Europa.

 

 

 

 

Non poteva mancare quest’ottimo titolo: Quartermaster General 1914!
Un veloce strategico che fa della gestione di un mazzo di carte il suo punto forte, oltre a un sistema leggero e alla possibilità di mettere fino a 5 persone per 3 orette davanti all’intera Prima Guerra Mondiale in Europa.

 

 

 

Per chi volesse rivivere con un differente sistema l’Operazione Michael, si potrà trovare anche questo validissimo titolo della Nuts Publishing: Somme 1918.

 

 

 

 

Per chi volesse rimanere su un titolo semplice da esaurirsi in giornata o avesse poco tempo per giocare, faremo trovare anche un titolo della serie Folio della Decision Games, sistema Fire & Movement, in cui gli Americani e i Francesi vedranno quanto è difficile accerchiare un’Armata Tedesca: Meuse Argonne: The Final Offensive.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Veniamo al primo dei piatto forti: il sistema Der Weltkrieg, il massimo dell’operazionalità della Prima Guerra Mondiale!
Due teatri, il Fronte Italiano e il Fronte Occidentale, in cui sarà possibile vedere su grande scala le operazioni e i movimenti delle offensive del 1918!

Una delle portate principali è questa perla che forse alcuni si sono persi per strada: Fields of Despair, oltre a contenere scenari che in neanche 3 ore si possono completare, ha anche un sistema molto fruibile per gestire innovazioni tecnologiche, artiglieria, primi impieghi di aerei, contromisure ai bombardamenti con gas, carri armati, soprattutto nel 1918, dove tutto questo rappresenta un fattore molto importante da considerare in un gioco.

 

 

Non potevamo concludere la carrellata con il classicone dei classiconi, il panettone natalizio dei card driven: Paths of Glory.
Durante il weekend verrà presentato in forma ridotta, ovvero con lo scenario del 1917 apparso sulla Player’s Guide (anche se viola il tema del weekend), per far provare sia questo sistema sia la parte finale della Prima Guerra Mondiale.

 

 

Vista la digeribilità che vogliamo dare all’intero menu, ci sembra d’uopo anche valutare dei sorbetti tra una portata e l’altra per cui sarà a disposizione, nonostante non sia un wargame, Les Poilus/The Grizzled/Ta-Pum, un collaborativo molto intenso e veloce, ma che sa far rivivere bene la tensione da trincea!